Registry Cleaner

Il Registro di sistema Windows è un luogo sul disco rigido in cui Windows registra le informazioni di cui ha bisogno per avviarsi e funzionare (ad esempio modifiche apportate alle impostazioni di sistema, le applicazioni che hai aperto, ecc).
Vi troverete anche cose come i profili utente, informazioni sui tipi di file, hardware e software installato sul sistema.

C’è spesso molta confusione quando si tratta di software di sicurezza per i computer perché ci sono tanti diversi tipi di software di sicurezza disponibili, e diversi tipi di software utilizzati per scopi diversi. I pulitori di registro, non sono programmi anti-virus o anti malware ma svolgono azioni diverse.

A causa della vastità e complessità del database del Registro di sistema, con l’andare del tempo e con l’utilizzo del PC, cominciano ad accumularsi voci di registro non più valide, riferimenti a file e collegamenti mancanti e così via. Possono così sommarsi migliaia e migliaia di voci ed errori che ralletano anche i computer dotati di processori e har disk moderni, impegnado il PC in ricerche inutili. In alcuni casi possono anche essersi crash e riavvii di sistema piuttosto fastidiosi.

Spesso dopo circa un anno dall’installazione del sistema operativo, il rallentamento è tanngibile, ma invece di penare con un PC lento oppure installare nuovamente Windows perdendo molto tempo esiste un’altra soluzione!
La correzione delle entrate chiave del Registro di sistema può fornire alcuni importanti vantaggi, velocizzando l’avvio e le operazioni di Windows.

Perché è necessario pulire il Registro di sistema?

Il Registro di sistema diventa a poco a poco sempre più appesantito e comincia a contenere informazioni che non sono più valide. Questo succede per un sacco di motivi, come la disinstallazione delle applicazioni non fatta adeguatamente, la cancellazione di files e cartelle, cambiando le lettere di unità o semplicemente spostando i file senza aggiornare i loro record nel Registro di sistema.
Per prendersi cura di questi problemi ed evitare che in futuro si ripetano tutto quello che dovete fare è usare un software di pulizia del Registro.

I programmi consigliati

Programma Speedy PC Pro  RegCure PRO  PC Health Advisor
Prezzo $30 $30 $30
Le nostre stelline
Usabilità five_stars five_stars 4stelle
Installazione five_stars five_stars 4stelle
Sicurezza five_stars 4stelle 4stelle
Caratteristiche five_stars 4stelle 4stelle
Backup 4stelle 4stelle 3stelle
Sistemi operativi Compatibile fino a Windows 10 Compatibile fino a Windows 10  Compatibile fino a Windows 10
Prova gratuita  Sì provalo!  Sì provalo!  Sì provalo!
Spazio richiesto 20 MB 20 MB 20 MB
Deframmentatore  sì  sì  sì
Altre utility Ottimizzazione Ram, Punti di ripristino Ottimizzazione dei browser, punti di ripristino Gestione programmi di Avvio, Protezione  Privacy, Punti di ripristino
Supporto 24/7
Piazzamento La nostra scelta Secondo Terzo posto
Acquista SpeedyPC Pro Regcure  Pc Health Advisor

Guida ottimizzazione PC

Ogni utente di computer subisce nel corso del tempo il calare inesolrabile delle prestazione del computer… il sistema è lento, si sta bloccando tutto e sono ostacolarte ttute le attività che dovrebbero essere semplici e veloci, come navigare, giocare, aprire programmi e immagini ecc. Cosa si può fare?

La lentezza di solito si verifica dopo un po’ di tempo che stiamo usando il PC, possono essere settimane o mesi, ed è dovuta all’installazione e disinstallazione di programmi, downlaod id file, mancata cancellazinoe di file temporanei e molte altre operazioni. Per evitare che ciò accada e vi infastidisca, vediamo come fare una pulizia completa del computer desktop o notebook con sistema operativo Windows.
E’ importante ricordare che chi fa manutenzione regolarmente ritarda tra l’altro significativamente il bisogno di formattare il PC, dato che tutto sarà in ordine per molto più tempo.

La guida vi mostrerà quali sono i metodi migliori per prevenire che il computer diventi lento (o se lo è già come risolvere il problema!), e come mantenerlo più protetto e ottimizzato. Naturalmente abbiamo riunito i migliori suggerimenti per l’ottimizzazione di Internet per aiutare a dare nuova vita alla vostra macchina. Smettete di pensare a cambiare l’hardware o componenti, prima mettete a posto il lato software!

Pulizia Hardware

Secondo studi nel campo della tecnologia, la pulizia interna ed esterna del computer può renderlo più veloce ed evitare errori. Allo stesso modo di una casa che richiede la pulizia  regolare, con il computer è la stessa cosa. Più sporche sono le parti del PC più lento ed instabile può diventare il suo utilizzo. Una pulizia (almeno mensilmente) dentro e fuori il case è critica, perchè si accumulare polvere e sporcizia anche a cuasa delle ventole che effettuano il necessario ricambio dell’aria. Naturalmente, la cautela per non danneggiare qualsiasi pezzo è importante.
Nei negozi di informatica esistono spray appositi ad aria compressa e panni non elettrostatici per la pulizia, tra l’altro se le ventole del case e quelle sul processore sono pulite sono più silenziose e il calore viene disispato meglio non seccando l’aria della vostra stanza.

Pulizia interna

Uno dei suggerimenti più consigliati è quello di pulire il disco rigido dove è installato il sistema operativo, soprattutto dopo l’uso di Internet e del download di file, effettuare una rapida pulizia dei file temporanei, log di Windows e così via. Non costa nulla e può rendere il sistema più reattivo e veloce.
Windows offre uno strumento di base per la pulizia del disco che si trova presso: Start ►  Programmi ► Accessori ► Utilità sistema ►  Pulitura disco.
è un po’ limitato rispetto ad altri programmi ma è un inizio. Per questi e altri compiti, si consiglia di utilizzare il programma abbastanza come Registry Mechanic, che gira su tutte le edizioni di Windows.

Deframmentazione del disco fisso

Siamo arrivati in una delle guide più importanti . Deframmentare il disco rigido è la cosa principale da fare per chi vuole un buon sistema ottimizzato. Non solo perché corregge gli errori nel sistema, ma soprattutto perché mette tutti i dati in ordine.
La funzione di un programma di deframmentazione del disco è quella di risolvere i pasticci nei file del sistema. Ogni volta che si installano/disinstallano programmi, si eseguono modifiche al sistema, si gioca con un videogame i dati tendono sempre più a disorganizzarsi, causando crash, rallentamenti e altri problemi sgradevoli.
per esempio
Immaginate che l’ordine corretto dei dati sia questo: A, B , C , D…
Ora immaginate che, con il passare del tempo, i dati possonoessere memorizzati nel’hard disk come : C , A, D , B o D , C , B , A. Conclusione: al momento il sistema per eseguire una certa azione, deve passare attraverso tutto il casino fino a trovare i dati corretti per eseguire l’azione richiesta da voi.
In questo caso, il modo migliore per risolvere questo problema è quello di deframmentare il disco rigido. Microsoft fornisce un programma di deframmentazione integrato in Windows, (utilità di deframmentazione dischi) che si trova in negli accessori o utilità di sistema insieme alla calcolatrice e altre utility. Fatelo partire quando non dovete usare il computer e dopo qualche decina di minuti o meno i file saranno di nuovo organizzati nel modo migliore.
Pulizia del registro
Di questo argomento, tra i più importanti ne abbiamo parlato diverse volte, leggi gli articoli che trovi qui per modificare il registro, o qui per alcuni trucchi per velocizzare il sistema.
Verifica di eventuali errori
Gli hard disk non sono esenti da difetti ed errori. Molti utenti si dimenticano che esistono perché non stanno avendo problemi con il sistema, ma anche se il sistema sta funzionando normalmente, l’HD potrebbe contenere errori ? Sì, è vero! cosa che lo può ostacolare in un prossimo futuro.
Così ogni mese, è opportuno eseguire una scansione e correggere gli errori di Windows per garantire migliori prestazioni e la stabilità, anche qui ci viene in aiuto un programma di Windows, lo Scandisk che è specializzato per trovare questi errori e correggerli in tempo.

Come velocizzare il PC: trucci e consigli

Il più grande desiderio di tutti i possessori di un computer è quello di utilizzarlo alla massima velocità possibile, su Internet, giochi o semplicemente per navigare nelle cartelle di sistema alla ricerca di documenti e foto. E non importa se abbiamo comprato la macchina da poco: non siamo mai soddisfatti della performance indicata dal dispositivo! giustamente direi!

Spesso la lentezza ha diverse spiegazioni: problemi con i file di configurazione del sistema, che occupa la memoria residua o virus che hanno infettato il computer e altre applicazioni che causano danni alla funzionalità della macchina rendendola via via sempre più lenta anche se è quasi nuova!

Abbiamo già parlato di come “guarire” un PC lento, ora approfondiamo il discorso.

Mettiamo il turbo al PC

Alcuni suggerimenti elencati di seguito potrebbero interferire con le cartelle e i processi di Windows, e se mal eseguiti, potrebbero compromettere l’uso del computer. Fate attenzione a seguire i passi e se non si ha la sicurezza per farlo da soli, chiedere l’aiuto di un utente più esperto. Oppure scaricare un programma come Registry Mechanic che vi guiderà passo passo alla pulizia del computer.

Per precauzione, si consiglia di creare un punto di ripristino in Windows prima di continuare o fare una copia di backup dei propri file.

Il problema dei driver
Il primo consiglio è di configurare correttamente i driver, i file che collegano il sistema con l’hardware installato sul computer. Anche dopo l’eliminazione di un accessorio o di un’applicazione per PC, occupano ancora spazio su hard disk. Ma non vanno eliminati a mano: rimuovere il driver sbagliato può disabilitare le funzioni e peggiorare le prestazioni del computer.
Per vedere quali sono attivi i driver Microsoft, eseguire il prompt dei comandi come amministratore e digitare “pnputil -e” (senza le virgolette). Se si trova qualcosa d’irregolare, salvare il nome del file con estensione INF. Ora digitare “pnputil -d [ nome del file INF] ” per cercare di disattivarlo.

Se Windows avverte che è in uso, ma si è consapevoli del fatto che la tua assenza non influisce sul sistema, forzare la rimozione con il codice “pnputil – f -d [ nome del file INF] .”

Per rimuovere i driver di altri produttori, eseguire msconfig.exe, andare su “Servizi” e selezionare l’opzione “Nascondi tutti i servizi Microsoft” ed eseguire services.msc per individuarli e modificare la funzione di quelli che non ci servono su “Disabilitato” quindi riavviare il computer affinché le modifiche abbiano effetto.

La Gestione periferiche
Questo pannello di controllo può essere di grande aiuto, se un dispositivo ha dei problemi, verrà contrassegnato con un punto esclamativo giallo, fare doppio clic su per disinstallarlo, disattivarlo o provare un aggiornamento.

Ma alcuni driver sono nascosti: per visualizzarli, fate clic con il mouse destro su “Computer” , selezionare Proprietà > Impostazioni di sistema avanzate> Avanzate> Variabili d’ambiente. Selezionare il secondo pulsante “Nuovo”, digitare DEVMGR_SHOW_NONPRESENT_DEVICES “Nome Variabile” e 1 per ” Valore variabile “.
Ora torniamo a Gestione periferiche e facciamo clic su Visualizza>Mostra periferiche nascoste. Diversi vecchi driver verranno mostrati, per rimuoverli, selezionarle con il tasto destro e seleziona ” Disinstalla”.

Accelerare la connessione Internet
La navigazione può essere migliorata con qualche ritocco a partire dall’avvio di Windows. Dal prompt dei comandi, digitare “netsh int tcp set global congestionprovider = ctcp” (senza le virgolette). In caso di problemi, sostituire il codice finale con “= none” per disabilitare questa funzione.

Windows 7 ha un sistema che trasferisce i dati di navigazione con una cache della CPU, evitando sovraccarichi. Per attivarlo, digitare “netsh int tcp set global dca = enabled” dal prompt dei comandi.

Allo stesso modo, è possibile attivare l’ECN (Explicit Congestion Notification) , che aiuta a superare traffico e le congestioni di rete senza perdita di dati. Digitate “netsh int tcp set global ecncapability = enabled” per attivare e verificare la connessione per verificare i risultati. Un’altra opzione è quella di utilizzare la scheda di rete per caricare connessione dati al posto della CPU. Per effettuare questa operazione, digitare “netsh int tcp set global chimney = enabled” al prompt dei comandi, ma ricordate: non tutte le schede supportano questa impostazione. Disattivare il codice nello stesso modo come sopra, se notate problemi scrivendo disabled invece di enabled.

Il registro di sistema
Altre variazioni possono essere effettuate tramite l’Editor del Registro di sistema. Esegui “Regedit” dalla riga di Windows dal menu Start in cerca rpogrammi e file per aprire una finestra. Vai a HKEY_LOCAL_MACHINE> SYSTEM > CurrentControlSet > Servizi> LanmanWorkstation > Parametri. In tale cartella, è possibile aggiungere alcuni meccanismi  alterano la navigazione internet.

Come impostazione predefinita, Windows riduce il tempo di attesa del collegamento, ma per farlo funzionare diventa più lento, per disabilitare questo ostacolo, fare clic destro su una parte vuota della finestra e andare a Nuovo>Valore DWORD Nome del file ” disattivare la limitazione della larghezza di banda ” e immettere 1 come valore.

Anche se è possibile attivare la regolazione automatica della connessione, che induce a massimizzare in base alla quantità di dati trattati la navigazione, per il collegamento, creare un altro valore DWORD, ora chiamato EnableWsd e inserire lo 0 (zero) numerico.

È comunque possibile inserire i dati FileInfoCacheEntriesMax e DirectoryCacheEntriesMax FileNotFoundCacheEntriesMax con valori di 64, 16 e 128, rispettivamente. Fanno lavorare la CPU più del necessario, aumentando la cache, ma riducono il traffico e migliorano la connessione. Riavviare il computer per rendere effettive le modifiche ed eliminare i file se non siamo soddisfatti del risultato.

Ancora su Regedit
Aggiungere o modificare alcuni valori nell’Editor del Registro di sistema può anche essere efficace sui computer che eseguono più applicazioni contemporaneamente. Eseguire Regedit e andare in HKEY_LOCAL_MACHINE> SYSTEM> CurrentControlSet> Control> PriorityControl. Là modificare il valore del  “PrioritySeparation Win32 ” con l’opzione 16.

Se si dispone di applicazioni che utilizzano molte operazioni di rete, è possibile aumentare il numero di comandi che sono memorizzati nella cache. Vai a HKEY_LOCAL_MACHINE > SYSTEM > CurrentControlSet > Servizi > Lanman Workstation > Parametri , e crea un DWORD denominato MaxCmds e metti il valore a 64.

Inoltre , alcune versioni di Windows fare controlli a campione di driver che possono scoprire potenziali problemi, ma anche rendere il PC più lento. Per disattivarli, accedere a HKEY_LOCAL_MACHINE > SYSTEM > CurrentControlSet > Control> FileSystem e creare un DWORD denominato DontVerifyRandomDrivers con il numero 1.

Disco rigido veloce come una scheggia!
Uno dei modi più efficaci per aumentare la qualità in questo senso è la tecnica nota come deframmentazione del disco, ma alcuni problemi possono continuare ad influenzare il vostro computer anche dopo questo processo .
Partizioni
L’ allineamento delle partizioni è uno di questi problemi. Se i dati macchina sono scarsamente organizzati (cioè, disallineati), l’ atto di leggere un file che è al centro del sistema rende più lento il computer per tutti i dati precedenti fino a raggiungere il punto desiderato.
La buona notizia è che i computer con un solo disco rigido con Windows Vista e 7, di solito non soffrono di partizioni. Se questo non è il vostro caso, è possibile utilizzare lo strumento di riallineamento Paragon per stabilizzare il sistema.

Altre possibilità

Attraverso il processo di tuneling, il sistema registra la data di creazione (ed altre informazioni) di un file eliminato. Questo può consumare spazio, ma può essere facilmente disattivato. Eseguire Regedit e andare a HKEY_LOCAL_ MACHINE > SYSTEM> CurrentControlSet > Control> FileSystem . Creare un valore DWORD denominato MaximumTunnelEntryAgeInSeconds , il numero a 0 (zero) e riavviare la macchina.
Come altri processi, questa modifica può causare effetti strani e inaspettati. Assicurarsi che tutto sia normale e in caso contrario, è sufficiente eliminare il valore nel suo luogo di modifica.

Pc lento? scopri cosa si può fare per velocizzarlo!

Il tuo computer è sempre più lento o rallenta quando si utilizza un software o un videogioco, che cosa si può fare? Bisogna fare manutenzione e “pulirlo”, una cosa sicuramente necessaria perché un computer ben tenuto è un computer con più potenza, e che fa tutte le operazioni quotidiane più velocemente!

I download, l’installazione di nuovi software e la creazione di punti di ripristino, ma anche l’accumulo di file inutili nel cestino, i file temporanei, la cache di Internet Explorer e degli altri browser come Firefox e Chrome non svuotata, occupano un ruolo molto importante nel rallentare il tuo PC!
E con il passare del tempo il registro di Windows diventa sempre più pieno e pesante, e tutti i file superflui inquinano il vostro disco rigido e possono ridurre le prestazioni del vostro PC in modo drammatico.

Ecco alcuni semplici gesti di manutenzione e regolare , che daranno nuova vita al vostro computer:
Iniziamo quindi un vero e proprio check up del PC!

Determinare le risorse utilizzate con il task manager
In caso di rallentamenti improvvisi del computer, premere CTRL + ALT + SUP , si aprirà il task manager di Windows dopo aver premuto su Avvia Gestione attività (su Windows 7) e quindi passiamo alla scheda Processi.
Nella scheda in basso sono visualizzati dati come utilizzo del processore e memoria Ram occupata, se non già alti all’avvio del sistema sono sintomi che qualcosa non va…
Fare clic sullo strumento colonna intitolata CPU o memoria per sapere quali processi monopolizzano le risorse, chiudere le applicazioni corrispondenti a processi troppo esosi in termini di risorse.
Nota : Il processo di inattività del sistema è un processo fittizio che permette di conoscere le risorse gratuite. Se è al 100% , questo significa che le risorse sono inutilizzate e il Pc è a posto.

Lentezza improvvisa
Una lentezza improvvisa del sistema potrebbe essere un sintmo di virus o malware presenti nel computer, anche strani messaggi all’avvio, blocchi del PC e riavvi potrebbero essere segni della presenza di file maligni che rallentano o peggio rubano dati personali!
La rimozione dei programmi e dei file non necessari 
Hai la possibilità di modificare i software che vengono lanciati all’inizio di Windows per ottimizzare il tempo di accesso al desktop.
Per effettuare questa operazione:
Vai al menu di avvio e nella riga in basso scrivi msconfig, e premi Invio.
Scegliendo le schede Avvio e servizi e deselezionando solo i programmi che non sono essenziali per il tuo PC puoi velocizzare il caricamenti iniziale ma non solo.
Consigli di utilizzo:
Conserve segnato tutto il software di protezione, quali antivirus e firewall, i programmi di riconoscimento e i driver Wi-Fi per gli schermi e la tastiera, del mouse e del touchpad. In linea di massima se non conosci un servizio non disattivarlo, potrebbe essere importante e dare problemi a Windows se non eseguito!
Rimuovere i programmi inutili
Ricordati di disinstallare i programmi e i giochi che non usi più! consumano spazio su disco inutilmente!
Accedi al menu Start
Fai clic su Configuration Panel
Scegli i programmi dei moduli e funzionalità (Vista e Windows 7) o l’aggiunta/ cancellazione di Programmi (in Windows XP ).
Scorrere gli elenchi e selezionare il programma da disinstallare, quindi fare clic su Aggiungi/cancellare.Nota: A volte capita che dopo la pulizia del registro di sistema, alcune chiavi di registro non siano più in aggiunta modulo/cancellazione di programmi, in questo caso, abbiamo bisogno di andare su: Start > Tutti i programmi > nome del programma e verificare se non c’è l’opzione per disinstallare fornita dal programma stesso.

I file inutili che popolano il computer
Elimina memory.dmp
Se il computer ha già subito un blocco grave (ad esempio, un messaggio su schermo blu o “esaurimento della memoria fisica”), Windows genera un file chiamato memory.dmp.
Il peso di questo file è più o meno equivalente alla quantità di memoria sul PC e dopo il ritorno al funzionamento normale, questo file può essere cancellato senza rischi:
Accedere al desktop
Fare clic su Disco C : o nel disco in cui è installato il sistema operativo
Poi sulla cartella di Windows C:\WINDOWS
Cancellare il file memory.dmp
Svuotamento del cestino
I file indesiderati presenti nel cestino spazzatura non scompaiono da soli dal disco rigido. Devi svuotare il cestino regolarmente.
Configurazione utile: la dimensione dello spazio è dato al cestino per default del 10 % della dimensione del disco. È possibile ridurre questo spazio e quindi di risparmiare qualche utilissimo giga sull’hard disk:
Fare clic sull’icona del cestino <proprietà <Spostare il righello fino a quando la percentuale desiderata e applicare
Ad esempio, per un disco di 500 Giga il 2 % o 3 % è ampiamente sufficiente.
Oppure su Windows 7 mettere direttamente un valore numerico espresso in Megabytes, ad esempio 10000 sono 10 giga, già molti per il cestino!
Truccio: per i file ingombranti, è possibile eliminarli senza passare per il cestino con Maius ( shift) + Supr ( delete )

Come usare al meglio Regedit

Molti hanno usato Regedit, che si attiva scrivendolo dalal riga cerca programmi e file che si vede premendo sul pulsante di Windows in basso a sinistra dal desktop, solo per l’eliminazione di un record o una chiave particolare, ma vediao meglio come funziona questo potente programma che consentedi apportare importanti modifiche al registro di sistema di ogni versione di Windows.

Questo è un esempio di base di come utilizzare Regedit

Regedit è una delle parti più importanti di Windows, perché senza di esso il sistema operativo non funziona. In realtà basta cancellare alcuni file e si può  disattivare un sistema operativo, perchè funziona come una sorta di database in cui sono memorizzati tutti i tipi di configurazioni possibili da utilizzare all’avvio di Windows. A causa della grande importanza per il sistema operativo, l’editor del Registro di sistema è considerato uno strumento avanzato e solo utenti esperti dovrebbero configurarlo… ma utenti esperti lo si può diventare!

Ogni directory che vediamo in questo lungo elenco ha delle impostazioni speciali, quindi basta sapere cosa si vuole fare e passare alla directory che ci interessa, ad esempio quando vogliamo cancellare le chiavi lasciate un programma, cerchiamo il suo nome inserendolo nel campo Trova presnte nel menù Modifica.

Cominciamo HKEY_CLASSES_ROOT. In questa directory trovate informazioni sulle estensioni w sui collegamenti e gli aspetti centrali di Windows.

HKEY_CURRENT_USER: qui potete individuare le informazioni dell’utente che utilizza la macchina in quel momento e anche le impostazioni Dekstop e le impostazioni del menu Avvio e qualsiasi software installato sul computer.

HKEY_LOCAL_MACHINE: qui si trovano le informazioni riguardanti l’hardware e il software utilizzato da tutti gli utenti che hanno accesso a Windows.

HKEY_USERS : qui ci sono le preferenze individuali (le impostazioni del desktop, programmi e di rete) per l’account di ogni utente che è rappresentato dal proprio SID (numero di identificazione ).

HKEY_CURRENT_CONFIG: Questa directory è in parte legata alla KEY_LOCAL_MACHINE per la configurazione dell’hardware corrente. Possiamo anche trovare informazioni su come configurare la stampante e il monitor.

Sapere dove ogni impostazione è , si può iniziare a modificare il nostro regedit come esempio … possiamo fare una configurazione di base : se la macchina BLOC NUM non si collega automaticamente , siamo in grado di risolvere il problema così : PanelKeyboardInitialKeyboardIndicators HKEY_CURRENT_USERControl

Vi ricordo che ogni impostazione che cambierete avrà effetto solo per l’utente che è attualmente in uso, per far sì che l’opzione sia attiva per tutti gli utenti della macchina, basta andare alla PanelKeyboardInitialKeyboardIndicators HKEY_USERS.DEFAULTControl e la configurazione verrà stabilita per tutti.

Guida per modificare il Registro di Windows 7/8/Vista e XP

In questa guida spiegheremo cosa è il Registro di Windows, come accedervi e configurarlo, e come eseguirne il backup e il ripristino, in modo da evitare ogni rischio dovuto ad interventi errati.

Cosè il Registro di Windows lo abbiamo già spiegato, memorizza le impostazioni dei singoli programmi, e altre informazioni di configurazione importanti sul vostro PC. Ed è come un grande database condiviso per le applicazioni per memorizzare i dati di configurazione e interagire con altre applicazioni, è quindi estremamente importante e va “manutenuto”.Accediamo all’editor del Registro di Windows
In Windows 8, 7 e Vista, premere il pulsante Start, in basso a sinistra e digitare regedit nella riga bianca in basso, quindi premere Invio
In Windows XP, fare clic su Start > Esegui ( Tasto Windows + R ) , digitare regedit e premere Invio
Quando si carica il file di registro vedremo che è composto da
Chiavi, Sottochiavi e Valori
Eseguire il backup del Registro di sistema di Windows
È possibile eseguire il backup del Registro di sistema per intero, o di un singola chiave su cui sta lavorando:Eseguire il backup del Registro di sistema intero
Windows 8 /7 /Vista
Dalla finestra del registro che abbiamo aperto precedentemente con il comando Regedit, scegliere dal menu File la voce esporta, quindi scegliere un nome magari inserendo anche una data per ricordarcela e premere salva.
Eseguire il backup del Registro di sistema intero utilizzando Ripristino configurazione di sistema
Windows 8 /7 /Vista
Fare clic su Start , systempropertiesprotection nella casella Inizia ricerca, quindi premere Invio
Se viene chiesto di immettere una password di amministratore o di confermare , digitare la password o fare clic su Consenti
Attendere che Windows per la ricerca di dischi disponibili e dei punti di ripristino più recenti. Fare clic su Crea
Digitare un nome per il punto di ripristino , quindi fare clic su Crea
Dopo il punto di ripristino è stato creato con successo , fare clic su OK due volte
Nota : se Ripristino configurazione di sistema è disattivato , fare clic per selezionare il disco locale , fare clic su Applica e quindi fare clic su Crea.
Ripristinare il Registro di Windows
È possibile ripristinare il registro di sistema , o di un singola chiave su cui si sta lavorando:
Se si è scelto di fare un punto di ripristino per il backup del Registro di sistema, è possibile utilizzarlo per ripristinare tutte le modifiche che fossero state apportate. Questo è il metodo più sicuro, perchè contiene tutti gli aggiornamenti di Windows , installazioni e rimozioni di programmi , ecc che sono stati eseguiti dopo il punto di ripristino è stato fatto.
Windows 8 /7 /Vista
Fare clic su Start, systempropertiesprotection nella casella Inizia ricerca, quindi premere Invio
Se viene chiesto di immettere una password di amministratore o di confermare, digitare la password o fare clic su Consenti
Attendere che Windows per la ricerca di dischi disponibili e dei punti di ripristino più recenti. Fare clic su Ripristino configurazione di sistema
Selezionare Scegli un punto di ripristino diverso e fare clic su Avanti
Selezionare il punto di ripristino che si desidera utilizzare e fare clic su Avanti
Conferma il tuo punto di ripristino, quindi fare clic su – questo ripristina la configurazione selezionata Windows e quindi riavvia il computer
Accedere al computer . Quando il Ripristino configurazione di sistema pagina di conferma, fare clic su OK.
Ripristino di una singola chiaveTrovare la chiave che si è precedentemente salvata
Fare doppio clic sul file e fare clic su Sì

8 trucchi per il registro di Windows

A volte per configurare Windows al meglio è necessario agire sull’editor del registro, ecco uno sguardo ad alcuni semplici hack che consentono di risparmiare tempo ed evitare una serie di problemi.
Se andate a leggere qualche articolo che comporta la modifica del Registro di sistema, vedrete senza dubbio avvertimenti minacciosi che mettono in guardia su possibili problemi se si modifica il Registro di sistema in modo non corretto e che si dovrebbe sempre fare un backup completo del sistema prima di eseguire qualsiasi modifica. Anche se queste dichiarazioni sono vere, resta il fatto che ci sono cose che si possono fare modificando il Registro di sistema che semplicemente non si possono fare dall’interfaccia di Windows. In questo articolo scopriremo 8 hack utili per il Registro di sistema di Windows 7,  XP e Vista.

1: Disattivare l’autoPlay
Ho sempre trovato un po fastidioso inserire un CD e vedere che Windows lo apre in automatico. Da utente esperto preferisco essere in grado di navigare attraverso il file system del disco e passare direttamente a quello che mi serve. Fortunatamente, è facile disattivare la funzione AutoPlay:

Navigare attraverso l’Editor del Registro di sistema HKLM \ Software \ Microsoft \ Windows \ CurrentVersion \ Policies \ Explorer.
Creare un DWORD denominato NoDriveTypeAutoRun.
Impostare il valore 000000FF.

2: Aumentare il numero massimo di download simultanei
Come internauti abbiamo sempre in scaricamento parecchi file spesso in simultanea, e il limite di Windows al numero di file che possono essere scaricati contemporaneamente si mette di mezzo. Se vi da fastidio è possibile modificare il Registro di sistema in modo che Windows consenta di scaricare  fino a 10 file alla volta:

Navigare attraverso l’Editor del Registro di sistema per HKCU \ Software \ Microsoft \ Windows \ CurrentVersion \ Internet Settings.
Creare un nuovo valore DWORD denominato MaxConnectionsPerServer e assegnarle un valore di 0000000a.
Creare un nuovo valore DWORD denominato MaxConnectionsPer1_0Server e assegnarle un valore di 0000000a.

3: Modificare il nome dell’utente registrato
Quando si installa Windows, viene richiesto di immettere un nome utente e un nome di società. Ma si può cambiare il nome della società registrata in Windows utilizzando questo hack :

Navigare attraverso l’Editor del Registro di sistema HKLM \ Software \ Microsoft \ Windows NT \ CurrentVersion .
Modificare i valori che vengono assegnati ai tasti e RegisteredOwner RegisteredOrganization in modo da riflettere le nuove informazioni di proprietà.

4: Evitare che il cestino venga eliminato
Sapete che con il tasto destro del mouse sul Cestino di Windows, c’è l’opzione Elimina, che può essere utilizzata per svuotare definitivamente il cestino. Se si vuole proteggere il Cestino dalla cancellazione accidentale, attenersi alla seguente procedura:

Navigare attraverso l’Editor del Registro di sistema per HKCR \ CLSID \ { 645FF040-5081 – 101B – 9F08 – 00AA002F954E }.
Creare una nuova chiave di registro chiamato Shell.
Creare una nuova chiave di Registro di sistema denominata Elimina e metterlo sotto la chiave Shell. Il percorso dovrebbe essere simile a questo : HKCR \ CLSID \ { 645FF040-5081 – 101B – 9F08-00AA002F954E } \ shell \ Delete.
Modificare la chiave di default e assegnare un valore di Cestino.

5: Eliminare gli accessi memorizzati nella cache
Windows è stato progettato per consentire agli utenti di accedere utilizzando account di accesso memorizzati nella cache. Se si vuole fare in modo che una richiesta di accesso sia sempre autenticato da un controller di dominio, è possibile modificare il numero di accessi memorizzati nella cache che sono 10-0 ( o si potrebbe aumentare il numero di login cached allowed a 50). Per effettuare questa operazione, attenersi alla seguente procedura:

Navigare attraverso l’Editor del Registro di sistema HKEY_LOCAL_MACHINE \ Software \ Microsoft \ Windows NT \ CurrentVersion \ Winlogon.
Creazione di una nuova impostazione REG_SZ denominato CachedLogonsCount.
Assegnare questa nuova impostazione di un valore che riflette il numero di concorrenti login memorizzati nella cache che si desidera consentire.

6: Cifrare e decifrare da un menu di scelta rapida
Normalmente, quando si desidera crittografare o decrittografare un file in XP Pro o Vista o Seven, è sufficiente fare clic destro sul file o la cartella e scegliere il comando Proprietà dal menu di scelta rapida. Quando la finestra delle proprietà , fare clic sul pulsante Avanzate nella scheda Generale e quindi utilizzare la crittografia o l’opzione Decrypt.
Se tutto questo sembra troppo lungo, è possibile aggiungere queste opzioni al menu di scelta rapida che viene visualizzato quando si fa clic su un file:
Navigare attraverso l’Editor del Registro di sistema per HKCU \ Software \ Microsoft \ Windows \ CurrentVersion \ Explorer \ Advanced.
Creare un nuovo valore DWORD chiamato EncryptionContextMenu e assegnargli il valore 1.

7: Disattiva controllo account utente
Una delle cose di Windows che sembra irritare un sacco di gente è la funzionalità Controllo account utente. In sostanza, un amministratore è trattato come un utente standard. Gli amministratori che tentano di eseguire un’azione amministrativa visualizzato un messaggio di avvertimento. Penso che questo prompt sia una preziosa garanzia contro il malware, ma dal momento che a molti non piace, ecco come utilizzare l’editor del Registro di sistema per sopprimere il prompt:

Navigare attraverso l’editor del Registro di sistema HKLM \ Software \ Microsoft \ Windows \ CurrentVersion \ Policies \ System.
Modificare il valore della chiave ConcentPromptBehaviorAdmin a 00000000.

8: Non visualizzare l’ultimo utente che ha effettuato il log in
Windows 7 è progettato in modo che quando si preme Ctrl + Alt + Canc per accedere, verrà visualizzato il nome dell’utente che ha effettuato il log in più di recente.
Questo può essere un po ‘un problema, se più utenti condividono un comune PC.
Si può dimenticare di verificare chi è stato registrato in precedenza e digitare la propria password in associazione con il nome di accesso di un altro utente . Se provano abbastanza volte , potrebbero bloccare l’altro utente fuori. Si può ovviare a questo problema utilizzando un registro semplice tweak per dire a Windows di non visualizzare il nome dell’utente che ha effettuato l’accesso in precedenza:

Navigare attraverso l’Editor del Registro di sistema HKLM \ Software \ Microsoft \ Windows \ CurrentVersion \ Policies \ System .
Impostare la chiave DontDisplayLastName ad un valore di 1.